TREKKING ALL'ISOLA DI TAVOLARA

Il Regno sospeso tra il cielo e il mare

Trekking a Punta Cannone di Tavolara

 

L’isola di Tavolara è un maestoso massiccio calcareo che si erge per ben 565 metri sopra il livello del mare. È una perla della Gallura, svetta sospesa in un braccio di mare, tra i più suggestivi di tutto il Mediterraneo. Ha le sembianze di una montagna calata dal cielo, rimasta sospesa tra il blu intenso del mare e le bianche nuvole che alle volte l’abbracciano.

La cima dell’isola offre la possibilità, ai pochi che ne domano le pareti rocciose, di ammirare uno scorcio di mondo da una prospettiva unica e inimitabile. Il nostro Trek partirà dalla spiaggia dello Spalmatore di terra, ai piedi dell’imponente massiccio che domina Tavolara, qui l’acqua ha una caratteristica trasparenza cristallina che permette, appena si inizia l’ascesa, di notare ogni minimo particolare del fondale marino.

La prima parte del percorso è lineare ed in qualche minuto porterà a Punta La Mandria, qui inizierà le vera e propria ascesa che ci permetterà di superare la prima cengia raggiungendo la località denominata pratone o 'Sa conca durriata'.

Dalla località denominata Pratone o 'Sa Conca Duriata' ci attende la parte più emozionante e impegnativa della scalata verso Punta Cannone. L’ascesa è formata da una prima parte di cordata da percorrere (sarebbe bene) con l’ausilio almeno del casco, una volta superata si rende necessario l’utilizzo di casco, imbrago e kit da ferrata. La strada verso la vetta è percorribile attraverso due varianti: l'una composta da corde (che si sviluppano per circa 30 metri) e l'altra composta da due brevi tratti di via attrezzata con una breve via ferrata. Superate queste difficoltà la fatica sarà ampiamente ripagata dal panorama mozzafiato, di impareggiabile bellezza e fascino della Punta Cannone, al cui culmine vigila la Madonnina di Tavolara.

Da Punta Cannone possiamo ammirare in direzione nord, Capo Figari e tutta la Costa Smeralda, riuscendo a scorgere la Corsica e le Bocche di Bonifacio.

A ovest si staglia invece la zona costiera di Olbia, Porto Istana e Porto San Paolo; a Sud-Owest notiamo invece Capo Coda Cavallo, l’isola di Molara e Molarotto; A Est lo sguardo si perde verso Punta Timone, Punta del Papa e la vastità del mare aperto.

 

 

  Comuni Interessati: Olbia

  Interesse: naturalistico, sportivo e ricreativo

  Lunghezza: 7 km circa

  Dislivello in salita: circa 600 metri

  Tempo di Percorrenza: dalle 4 alle 6 ore (dipende dal numero del gruppo)

  Difficoltà: EEA 

  Tragitto: sentiero, ferrata, attrezzato con corda

  Tipo di terreno: sentiero, possibilità di giungere in posti panoramici che richiedono abilità di arrampicata, cengia

  Segnaletica: inesistente

  Attrezzatura: vestiario adatto alla stagione, scarpe da trekking, toiletta personale, imbrago, casco e kit da ferrata (forniti da noi)

  Pasti: pranzo al sacco, merenda

  Acqua: scorta adeguata alla stagione (in Giugno, Luglio, Agosto e Settembre anche 3 litri a persona)

©2019 Sardinia Trekking di Stefano Meloni è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – N. C. – N. O. D..
Designed By Rob Orlando

Search