GORROPU CANYON INTEGRALE

Il Gran Canyon d'Europa

Canyon Gorroppu Integrale

 

Gorropu è un profondo Canyon situato nel centro Sardegna, precisamente nel vasto plateau del Supramonte. Si localizza e sviluppa al confine dei Supramonti di Orgosolo e Urzulei che si dividono proprio utilizzando come linea fisica il corso del Rio Flumineddu. Gorropu e forse il canyon più profondo d’Italia. Le sue alte pareti raggiungono quasi 500 metri di altezza mentre il letto del canyon si restringe in alcuni tratti ad una larghezza di 5 metri.Gorropu è un profondo Canyon situato nel centro Sardegna, precisamente nel vasto plateau del Supramonte. Si localizza e sviluppa al confine dei Supramonti di Orgosolo e Urzulei che si dividono proprio utilizzando come linea fisica il corso del Rio Flumineddu. Gorropu e forse il canyon più profondo d’Italia. Le sue alte pareti raggiungono quasi 500 metri di altezza mentre il letto del canyon si restringe in alcuni tratti ad una larghezza di 5 metri.

L’accesso per il percorso turistico del canyon può avvenire dalla Vallata di Oddoene (Supramonte di Dorgali) o dal Passo di Genna Silana. Questo itinerario permette di vedere solamente la parte terminale di Gorropu perdendosi tutto lo spettacolo che si può ammirare decidendo di affrontare la traversata integrale di Gorropu. La traversata integrale del canyon ha inizio dalla selvaggia valle di Sedda Ar Baccas (Valle delle Vacche). Per raggiungerla occorre muoversi dalla SS125 prendendo una lunga strada sterrata che in circa 30 minuti conduce al piazzale di Sedda Ar Baccas dove si inizierà a camminare nei pressi dell’omonimo Pinnetto (antica abitazione dei pastori). Da qui ha inizio la nostra avventura! Il percorso segue una lunga discesa che ci fa immergere nel cuore del Supramonte. Cammineremo lungo un crinale che divide la Codula di Orbisi (alla nostra sinistra) e la gola del Flumineddu (alla nostra destra). Sempre alla nostra destra possiamo notare l’uscita della Grotta Donini dove dopo grandi precipitazioni è possibile veder sfociare una cascata (località Su Cunnu ‘e S’ebba).

La nostra prossima tappa sarà proprio la congiunzione tra Orbisi e Flumineddu che si concretizza con la piscina naturale di Giunturas, appunto la giunzione tra le due codule. In seguito ad abbondanti precipitazione è possibile veder comparire una grande cascata che da Orbisi si riversa in Flumineddu creando uno spettacolo unico. Continuando il nostro trekking seguiremo la Codula di Orbisi arrivando ad una prima piscina naturale che superemo attraverso una calata in corda di 8 metri. Camminando ancora per qualche minuto guadagneremo l’accesso del canyoning impreziosito da una grande piscina naturale. Di fronte a noi si materializza il grande sifone di Gorroppu che raggiungeremo con un’altra piccola calata di 6 metri. Questo passaggio attrezzato è stato da poco sistemato ed ora ampi gradini di ferro rendono la percorrenza semplice. Una volta fuori dal sifone carsico ci aspetta una calata di 20 metri che porta nel letto del canyon.

Proseguendo lungo la gola le pareti attorno a noi si diventeranno sempre più vicine e alte regalandoci uno spettacolo unico. La progressione in trekking viene fermata da un salto in corda doppia (l’ultimo) che dalla destra orografica ci porta nuovamente nel letto del canyon che non abbandoneremo ora sino all’uscita nella valle di Oddoene. Seguendo le anse create dal Flumineddu, arrampicando e disarrampicando sui ciclopici macigni continuiamo il nostro trekking tra le altissime pareti dove la luce del sole a stento riesce a penetrare. Superiamo sopra le nostre teste anche il settore conosciuto da tutti gli arrampicatore che ospita la difficile via di ‘Hotel Supramonte’, gradata 8b. Una volta usciti dal canyon saremo nella vallata di Oddoene e potremo intercettare un ottimo sentiero che segue il corso del Rio Flumineddu ed in circa 1h e 45 minuti ci conduce al ponte si Sa Barva. Qui termina la nostra avventura.

 

 

  Comuni Interessati: Dorgali, Urzulei, Orgosolo

  Interesse: naturalistico, sportivo e ricreativo

  Lunghezza: 14 chilometri

  Dislivello: circa 700 metri

  Tempo di Percorrenza: Escursione Giornaliera

  Difficoltà: EEA

  Tragitto: sentiero, ferrata, attrezzato con corda

  Tipo di terreno: sentiero, possibilità di giungere in posti panoramici che richiedono abilità di arrampicata, cengia

  Segnaletica: inesistente

  Attrezzatura: vestiario adatto alla stagione, scarpe da trekking, costume da bagno, attrezzatura tecnica fornita da noi

  Pasti: pranzo al sacco

  Acqua: scorta adeguata alla stagione (consigliata bottiglia/contenitore 2 litri)

©2019 Sardinia Trekking di Stefano Meloni è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – N. C. – N. O. D..
Designed By Rob Orlando

Search